Assassin’s Creed Nexus, tantissimi dettagli svelati da un leaker sul titolo VR

Il prossimo Assassin’s Creed in VR si chiamerà NEXUS e consentirà di impersonare tutti i principali Assassini che abbiamo imparato ad amare nel corso di questi quindici anni in compagnia del titolo Ubisoft.

A rivelarlo in una news molto dettagliata è il blogger Tom Henderson di Exputer, che cita però non meglio precisate fonti e quindi, come sempre in questi casi, vi invitiamo a giudicare queste informazioni che vi riportiamo cum grano salis.

Secondo Henderson, così come avverrà con Assassin’s Creed Infinity, il prossimo capitolo flat del franchise, Nexus consentirà ai giocatori di vivere sedici diverse missioni di assassinio nei panni dei loro protagonisti preferiti: Ezio Auditore da Firenze, Kassandra, Connor e Haytham solo per citarne alcuni.

Le missioni potranno essere affrontate in maniera diversa, privilegiando l’aspetto furtivo o in maniera più aggressiva con assalti all’arma bianca e consentiranno ai giocatori di replicare in VR alcune delle attività che hanno reso celebre il franchise.

Sarà ad esempio possibile borseggiare, scassinare porte usando un grimaldello – in una sorta di mini giochi che ricordano da vicino quanto fatto in Half Life Alyx da Valve – arrampicarsi e persino, udite udite, effettuare il salto della fede, che in VR potrebbe essere una esperienza decisamente “estrema”.

Per quanto riguarda il tipo di movimento, i giocatori avranno la possibilità di utilizzare un sistema di movimento continuo, oppure con teletrasporto, modalità quest’ultima pensata per i quei giocatori che potrebbero avere problemi di motion sickness.

Tuttavia, per evitare di rompere l’immedesimazione e soprattutto distruggere il senso di furtività che accompagna da sempre il movimento degli assassini del credo, il teletrasporto sarà accompagnato da una barra sonora che ci permetterà di capire se i nostri movimenti sono in grado di allertare i nemici.

In questo modo, spostarsi a molta distanza dal punto in cui ci si trova produrrà più rumore rispetto ad un spostamento di pochi passi costringendo così i giocatori a evitare di utilizzare il teletrasporto per spostarsi direttamente dietro ad un nemico dalla lunga distanza e portandolo invece ad utilizzare il controller nell’ultimo tratto che lo separa dalla gola del nemico.

I combattimenti svolgeranno come sempre un ruolo importante nel gioco e ci saranno naturalmente le lame celate, che potranno essere estratte premendo un pulsante e poi utilizzate con i motion control.

Più standardizzato, invece, il combattimento con la spada, arma che richiederà dai quattro ai sei colpi per eliminare un avversario.

[Aggiornamento] Un nuovo video leaked sembra confermare alcune delle informazioni riportate qui sopra.

Il titolo che è stato annunciato oramai due anni fa insieme a Splinter Cell VR, sarà sviluppato da Red Storm Entertainment con il supporto di Ubisoft Düsseldorf, Ubisoft Mumbai e Ubisoft Reflections.

Insomma, Assassin’s Creed Nexus si preannuncia una delle esperienze VR più importanti del prossimo anno e noi non vediamo l’ora di provarlo di persona sui nostri futuri visori.

Che ne pensate? Credete che le informazioni rivelate su Assassin’s Creed Nexus siano realistiche? Fatecelo sapere iscrivendovi al nostro canale Telegram

Previous ArticleNext Article

This post has 1 Comment

1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.