Recensione VARTA LCD PowerBank 7800

Piccole e portatili oppure ingombranti ma capientissime. Le powerbank sono oramai uno dei gadget assolutamente indispensabili nella vita di tutti i giorni, soprattutto per chi è costantemente in movimento, per lavoro o per svago.

Trattandosi di un accessorio così popolare, è possibile trovarne di ogni tipo e prezzo, da quelle di poche decine di euro fino a modelli che possono arrivare a costare anche centinaia di Euro perché magari dotate di accessori particolari, come schermi LCD per il controllo della carica, cavi per fare da starter ad una autovettura, porte USB aggiuntive, torce led e persino delle prese di corrente per caricare oggetti non dotati di USB.  

Eppure nonostante le tante funzionalità accessorie, una powerbank ha un solo compito principale: mantenere un altro dispositivo in funzione il più a lungo possibile in un form factor che sia il più contenuto possibile.

La compagnia tedesca VARTA, che oggi fa parte del gruppo Energizer, ha una vastissima gamma di powerbank in grado di soddisfare le esigenze di chiunque.

In questa recensione abbiamo deciso di occuparci della VARTA LCD PowerBank 7800, in quanto le sue dimensioni e il suo peso, oltre alla capacità di gestire un flusso in uscita di 5V e 2.4, la rendono perfetta per lo scopo a cui abbiamo deciso di destinarla, ovvero fare da contrappeso al nostro Oculus Quest, come descritto nella nostra guida agli accessori indispensabili per il visore di Facebook e allo stesso prolungare la vita del visore quando si gioca.

Specifiche tecniche

Tipo57970
Sistema ElettrochimicoLi-Ion
Capacità della batteria in mAh7800/ 3,7V
Capacità stimata in mAh4618/ 5V
Larghezza80 mm
Altezza105 mm
Profondità22 mm
Peso192 g
VARTA LCD PowerBank 7800

Oltre ad una capacità di 7800mAh, le altre caratteristiche peculiari di questa Powerbank sono il piccolo schermo LCD con illuminazione blu che segnala lo stato di carica della powerbank e il tipo di carica che si sta effettuando, oltre alla piccola torcia a led che può sempre tornare utile.

Design

La powerbank ha un design piuttosto anonimo. Le curve sono arrotondate e la scocca esterna è in plastica dura. Tutto è concentrato nella parte superiore, dove trovano spazio due uscite USB, una da 5V/1Amper e l’altra a 5v/2.4Ampere per la ricarica rapida di dispositivi, l’ingresso micro USB per la ricarica della powerbank (cavetto incluso nella confezione) e il tasto di accensione e spegnimento.

VARTA LCD PowerBank 7800

Se premuto una volta sola il pulsante illumina brevemente il piccolo schermo LCD mostrando lo stato di carica della powerbank, tenendolo premuto, invece, si attiva la torcia a LED. Una doppia pressione spegne lo schermo.

Come abbiamo visto, la VARTA LCD PowerBank 7800 ha purtroppo solo un ingresso micro usb per la ricarica e questa, a nostro parere è una grave mancanza, considerando la oramai ubiqua diffusione di dispositivi USB Type-C. Questa mancanza ci costringe a portare con noi il cavetto incluso nella confezione per ricaricarla. Per fortuna Varta ha lanciato da pochissimo una nuova serie di Powerbank slim dotate del nuovo connettore type-C per la ricarica.

Prova sul campo

Con il nostro Xiaomi Mi 9T Pro completamente scarico, la carica al 100% avviene in circa 2h e 15 minuti da spento, mentre lo stato di carica della powerbank passa da 100 al 77%, lasciandoci ampi margini per la carica di altri dispositivi.

E’ con Oculus Quest, tuttavia che ci interessa provare questo dispositivo.

Oculus Quest dispone di una batteria agli ioni di litio da 3648 mAh con una potenza di 14 wattora. Si tratta di una batteria a doppia cella con una tensione nominale di 3,6 volt. In game, la durata nominale di questa batteria è intorno alle 3 ore, mentre guardando solo video la durata puo’ arrivare anche a 4 ore.

Collegando Oculus Quest completamente carico alla VARTA LCD PowerBank 7800 è possibile prolungare la carica del dispositivo fino a 4-5 ore in game o 6-7 ore per solo video. Considerando che Oculus Quest supporta una ricarica massima a 5V e 3A per un totale di 15W, per caricare completamente da zero Oculus Quest con la VARTA LCD PowerBank 7800 sono invece necessarie circa 2 ore.

VARTA LCD PowerBank 7800

Migliore ergonomia per Oculus Quest

L’altro grande vantaggio di utilizzare una powerbank in abbinata a Oculus Quest, è che è possibile in questo modo migliorare la distribuzione dei pesi e conseguemente il comfort.

Per farlo potete utilizzare un bracket già pronto come questo di DeadEyeVR, oppure ingegnarvi con un po’ di velcro realizzando una struttura simile e robusta come quella che abbiamo realizzato in queste foto qui sotto.


Il peso non eccessivo di questa Powerbank, 194 grammi, consente di avere un buon bilanciamento senza appesantire eccessivamente il visore, che ha già un peso considerevole di circa 500 grammi, concentrati per lo più nella parte frontale. Certo una powerbank più pesante avrebbe reso la distribuzione ancora migliore, ma un peso sulla testa di quasi un kg avrebbe reso praticamente inutilizzabile il visore per più di qualche decina di minuti.

Conclusioni

Una powebank, come abbiamo scritto nel nostro articolo qui, è uno degli accessori fondamentali per Oculus Quest in quanto in grado non soltanto di prolungare le vostre sessioni di gioco, ma anche di riequilibrare la distribuzione dei pesi del visore, che come saprete non è ottimale.

Questa VARTA LCD PowerBank 7800 fa egregiamente il suo lavoro  e con un peso di 192 grammi riesce a rendere più comodo il visore senza appesantirlo eccessivamente. Tuttavia l’assenza di un connettore Usb Type-C nel 2020 è francamente una grave mancanza che non ce lo fa preferire ad altri dispositivi simili dello stesso produttore, offerti peraltro ad un prezzo solo leggermente superiore come ad esempio questa.

Previous ArticleNext Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *