Recensione AGAINST VR

Recensione AGAINST

8.5 out of 10
Pro
    Grafica e ambientazione;
    Musica e armi;
    Storia e illustrazione;
Contro
    I colpi della pistola avrebbero potuto essere resi meglio;
    La deviazione dei proiettili è piuttosto imprecisa;
Il regalo perfetto di Natale Se avete voglia di scatenarvi con combo e colpi di pistola impossibili questo è il gioco giusto. Nonostante qualche piccolo dettaglio non perfetto, sicuramente trascurabile nell'economia generale del gioco, e che siamo fiduciosi venga corretto nella versione finale del titolo o in successivi update, AGAINST si è rivelato una vera e propria sorpresa, un gioco originale, frenetico e divertente che non possiamo non consigliare a tutti gli utenti della VR. In futuro anzi speriamo che vengano rilasciati nuovi DLC e perchè no, che il gioco si trasformi in una serie, con altre storie dell'investigatore John Black ed altri nemici.

Disponibile per SteamVR. Versione testata SteamVR su Oculus Quest 2 (pre-release)

AGAINST è l’ultima fatica di “Joy Way”, un publisher molto attivo nella scena VR che sta rilasciando tanti interessantissimi titoli (tant’è che mentre vi scriviamo stiamo già testando un’altra interessante produzione, Stride, la versione VR di Mirror’s Edge). Against, invece, rilasciato al pubblico proprio oggi, si ispira ad altri due celebri titoli, PistolWhip e Beat Saber, introducendo però delle interessanti novità che ne fanno davvero un unicum tra i “rhythm game”. Grazie all’introduzione, infatti, di situazioni, personaggi e musica molto innovativa Against vi farà letteralmente tenere incollato il visore sulla testa.

Che gioco è?

Come dicevamo AGAINST è un rhythm game, un gioco cioè in cui è necessario compiere determinate azioni a tempo di musica. Suoi celebri competitor sono Beat Saber, in cui è necessario affettare cubi a tempo di musica armati di light saber, e Pistol Whip, in cui eseguiremo letali kill con le nostre pistole. Against, in un sapiente mix di armi da taglio come lame, coltelli e spade e armi da fuoco come la revolver e le doppie mitragliatrici Thompson, prende il meglio di questi due titoli e lo fonde in una ambientazione che ricorda i primi decenni del ‘900 e le atmosfere di “Birmingham” nella celebre serie “Peaky Blinders”.

AGAINST ha addirittura una storia!

La storia è incentrata su due personaggi, il detective protagonista “John Black” e l’antagonista “Dr.vice“, uno scienziato deviato che con un artefatto ha risvegliato un mondo di mostri con l’intenzione di dominare il mondo: vostro compito è impedire la catastrofe in 7 livelli. Niente di particolarmente complicato insomma, ma considerando il tipo di gioco, è sicuramente un plus interessante.

Gameplay e longevità

I livelli hanno tutti una diversa ambientazione ad esempio, in alcuni vi ritroverete a bordo di navi, treni oppure addirittura in volo su un aereo e sin dal lancio il gioco mette a disposizione una modalità custom ed un level editor, spunto interessante per chi vuole mettere canzoni a proprio piacimento.

Dal punto di vista del gameplay il giocatore è chiamato ad affettare con il giusto tempismo, dettato dalla musica di gioco e con la giusta angolazione (proprio come in Beat Saber). La spada, inoltre, ed è questa una interessantissima novità, ci consentirà di deviare i colpi verso il nemico, insomma lo stesso modo di Star Wars. La deviazione dei proiettili tuttavia, è davvero molto complessa e a volte anche ripetendo correttamente l’azione richiesta, la deviazione del colpo non viene effettuata, evidenziando qualche problemino di imprecisione nei controlli.

Il gunfight, invece, riprende il quello di Pistol Whip: basterà infatti semplicemente puntare e sparare e tutto il resto lo farà il sistema di auto mira. Questo sistema di gioco è davvero molto intuitivo e il fatto di non dover mirare, come faremo normalmente in giochi come Pavlov o Onward, consente di aumentare la frenesia di gioco e di coordinare le nostre azioni a quelle della musica.

L’altra arma a disposizione del nostro John Wick, ehm pardon, John Black, è il tirapugni, probabilmente quella che abbiamo trovato più divertente nell’intero gioco richiedendo un certo tempismo e un certo coordinamento che in VR non è sempre cosa facile. Invece di tirare pugni a caso, infatti, con il tirapugni dovremo aspettare un cerchio rosso per colpire i nemici in testa.

Nella versione “pre-release” sono assenti due armi, le lame da lancio e la frusta, che verranno aggiunte nella versione ufficiale.

Against, a frantic VR rhythm game, arrives on Early Access this winter

Il titolo offre diversi livelli di difficoltà, facile, normale e difficile, per ciascuno dei 7 livelli di gioco e, sebbene possa essere considerato un gioco semplice vista l’appartenenza al genere rhythm, nasconde invece una certa complessità e e una curva di difficoltà crescente ben calibrata.

Con l’aumentare del livello di difficoltà, aumentano le situazioni imprevedibili e il numero di nemici cresce esponenzialmente. Per imprevedibili intendiamo situazioni dove è fondamentale avere riflessi pronti, al di là della bravura nell’affrontare i nemici in un determinato modo. Potrà capitare ad esempio, che oltre ai nemici, dobbiate schivare oggetti volanti come un’elica di un elicottero che si dirige verso di noi o ad esempio un boss che esegue attacchi speciali random. In tutti questi momenti occorre ragionare velocemente e può essere molto difficile se non si conosce la mappa. Tali situazioni imprevedibili cambiano di livello in livello e ognuno di essi propone situazioni nuove che influenzano il gameplay.

Brutal VR Rhythm Game Against Launches In December

Il giocatore potrà affrontare il gioco con tre soli “cuori” per ogni livello, che vengono persi quando si va a sbattere contro un muro, quando si subisce l’attacco di un mostro, o quando non si fa un salto o uno spostamento laterale. Quando si perdono tutti e tre i cuori saremo costretti a rincominciare il livello da capo, ma facendo combo perfette e sparando alla testa dei mostri è possibile recuperare energia.

Parlando invece dell’aspetto della longevità ci attestiamo su una media di circa 3/4 ore per la modalità storia, mentre la rigiocabilità diventa pressochè infinita grazie all’editor dei livelli. A tal proposito non vediamo l’ora che escano le custom map della community che siamo sicuri saranno assolutamente incredibili viste le ampie potenzialità del titolo.

Comparto tecnico

AGAINST ha un comparto tecnico molto interessante in questa versione SteamVR, grazie ad una grafica molto ben rifinita, un level design eccellente e uno stile ispiratissimo che ricorda le graphic novels dei capolavori DC Comics.

Anche la storia, strano a dirsi per un rhythm game, è interessante e l’atmosfera molto cupa e il sangue che sgorga a volontà permette una immersione totale. Ci hanno colpito particolarmente poi, alcuni dettagli che non ci saremmo aspettati da una produzione indipendente, come lo scintillio della lama quando viene vista da una certa angolazione, la struttura ed i dettagli della pistola e della mitragliatrice thompson ed il paesaggio circostante con cartelli pubblicitari scritte su volantini ecc.

Anche il menu in se è molto particolare, infatti appena entrati nel gioco ci si ritrova in una stanza con il muro staccato con una vista sul vuoto rosso, in una stanza apparentemente del detective John Black.

Se dovessimo dirvi quali aspetti sono meno riusciti del comparto grafico, non potremmo che riferirci ai colpi di pistola che sono letteralmente strisce bianche molto anonime e che spezzano l’immersività del titolo.

Il comparto audio, fondamentale in un titolo come questo, è altrettanto interessante. Le musiche originali sono in linea con lo spirito noir del titolo, e soprattutto perfettamente sincronizzate con i colpi che sferrerete. Grazie ad un incedere piuttosto adrenalinico ed una durata che va dai 3 ai 5 minuti, l’intera esperienza musicale inoltre non è mai stancante o ripetitiva.

Perche giocarlo?

AGAINST è sicuramente un gioco fuori dal normale, divertente, adrenalinico e con una varietà di azioni, personaggi e armi impensabile per una produzione di questo livello. Nonostante prenda spunto da altri capisaldi del genere è molto diverso dai suoi concorrenti e riesce a regalare varie ore di divertimento.

Perche no?

Sono veramente pochi i motivi per non consigliare AGAINST. Di certo non è il gioco adatto a chi è alla ricerca di una esperienza rilassante e poco movimentata, ma se avete bisogno di “sfogarvi” AGAINST può essere un ottimo passatempo per variare sempre dai soliti giochi vr che ormai da anni vediamo in classifica.

Commento finale

Se avete voglia di scatenarvi con combo e colpi di pistola impossibili, questo è il gioco giusto. Nonostante qualche piccolo dettaglio da perfezionare – sicuramente trascurabile nell’economia generale del gioco e che siamo fiduciosi venga corretto nella versione finale del titolo o in successivi update – AGAINST si è rivelato una vera e propria sorpresa, un gioco originale, frenetico e divertente che non possiamo non consigliare a tutti gli utenti della VR. In futuro anzi speriamo che vengano rilasciati nuovi DLC e perchè no, che il gioco si trasformi in una serie, con altre storie dell’investigatore John Black ed altri nemici.

AGAINST è disponibile ad un prezz al publico: 19.99 euro.

Previous ArticleNext Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *